Tivoli / Museo del Libro Antico a Villa d’Este e seminario sugli archivi e le biblioteche: due successi con gli studenti protagonisti

In Terza pagina da RedazioneLascia un commento

Condividi

Villa d’Este e il Museo del Libro Antico. E’ stato un grande successo l’appuntamento di domenica 6 maggio a Tivoli, quando centinaia di turisti hanno ammirato i papiri e i libri con carta lavorata a mano realizzati da oltre 100 allievi del Convitto e del Liceo Artistico.

Grande interesse, inoltre, per i ragazzi del liceo Classico di Tivoli che hanno partecipato nella mattina di mercoledì 9 maggio al seminario Archivi e biblioteche ai tempi di Adriano presso il Laboratorio di Archeologia Libraria e Bibliotecaria nella Villa Adriana. Le due iniziative, organizzate dall’associazione Fannius che gestisce le due strutture, sono inseriti nel programma della Primavera Tiburtina e svolte in collaborazione dell’Istituto Autonomo Villa Adriana – Villa d’Este.

Domenica 6 maggio a Villa d’Este. 80 papiri e un libro di 200 pagine tutto realizzato con carta lavorata a mano: queste le opere che i ragazzi hanno realizzato durante questi mesi di lavoro presso il museo.

“Sui papiri – spiegano dal Museo del Libro antico di Villa d’Este – sono state riprodotte immagini del Regesto Tiburtino, uno dei documenti più antichi e preziosi sulla storia della città Tiburtina. Sul volume, invece, sono state realizzate miniature rinascimentali e all’esterno delle stampe con caratteri mobili e dei torchi antichi, originali, del XVII secolo. Un lavoro importante realizzato in collaborazione con l’Istituto autonomo Villa Adriana – Villa d’Este, di cui ringraziamo il direttore Andrea Bruciati, e con il Comune di Tivoli”.

Coinvolti nel progetto oltre 100 alunni di tre classi delle medie del convitto e quattro dell’artistico. I giovani dell’Amedeo di Savoia hanno approfondito la lavorazione della carta e dei papiri in chiave più didattica mentre gli studenti in maniera più scientifica, quindi concentrandosi sullo studio dei colori, delle resine e delle colle, ma anche approfondendo le tecniche pittoriche e l’utilizzo di strumenti scientifici in la collaborazione con il Cnr.

Il Seminario a Villa Adriana.  Tre ore di intenso lavoro presso il Laboratorio di Archeologia Libraria e Bibliotecaria situato all’interno della Villa Adriana. Mercoledì mattina una cinquatina di studenti del liceo Classico hanno partecipato al seminario Archivi e biblioteche ai tempi di Adriano. Con Donato Tamblé, docente di Teoria Archivistica presso la scuola dell’Archivio di Stato di Roma, ispettore archivistico onorario MiBACT, già Soprintendente Archivistico per il Lazio e Serana Dainotto, ispettore archivistico onorario MiBACT, già Direttrice della Biblioteca dell’Archivio di Stato di Roma, si è ripercorsa la storia degli archivi e delle Biblioteche dall’ epoca classica alla stampa tipografica. “I ragazzi hanno partecipato con grande interesse – hanno aggiunto dall’associazione Fannius –. Tra i temi trattati particolare attenzione è stata rivolta proprio ad Adriano, l’imperatore che ha voluto la villa che ospita il nostro laboratorio e che aveva una incredibile passione per le biblioteche e per i libri. Crediamo che l’alternanza scuola lavoro possa fornire dei momenti importanti di formazione proponendo in chiave didattica argomenti di grande valore civile e culturale. In fondo è proprio attraverso gli archivi, le biblioteche e i libri che oggi possiamo conoscere gran parte della nostra storia”.

 

Condividi