Rieti / Grave l’incidente, salito a due il numero delle vittime / Il Sindaco di Fara Sabina predispone la Zona Rossa

In In Evidenza da Alessandra PaparelliLascia un commento

Condividi

E’ stata predisposta dal Sindaco di Fara Sabina una sorta di Zona Rossa, attivato il piano di emergenza con la Salaria chiusa al traffico. E’ salito purtroppo a 2 morti e 17 feriti, di cui 3 molto gravi, il bilancio dell’incendio e delle esplosioni in un distributore di carburanti IP al Km 39 di Via Salaria, località Borgo Quinzio, in provincia di Rieti, poco distante da Passo Corese.

Gli aggiornamenti sono continui: la Questura di Rieti fa sapere che le vittime sono un vigile del fuoco, S.C. di 50 anni, non era in servizio ma diretto a Roma; si era fermato per prestare soccorso e aiutare le persone (e i colleghi) coinvolte e spaventate; l’altra vittima è una persona di sesso maschile che al momento dell’esplosione dell’autocisterna contenente Gpl, si trovava vicino al distributore. Chi era presente ha testimoniato di aver sentito un fortissimo boato “simile a un violento sisma”, un terremoto molto forte.  La fortissima deflagrazione e poi l’incendio hanno trasformato la zona tra Rieti e Roma in un inferno di  devastazione, fiamme, fuoco, esplosioni e morte.  I Vigili del Fuoco coinvolti, nelle prime battute, erano sette di cui cinque di Rieti e due di Roma-Montelibretti.

Bilancio amarissimo dei feriti, tutti con traumi da scoppio e ustioni: 3 persone sono state portate all’ospedale di Monterotondo, 5 all’ospedale di Rieti, il resto tutti nella Capitale: 4 feriti sono stati trasportati al Sant’Andrea, 3 al Sant’Eugenio e 2 al Policlinico Gemelli.

Foto: Quotidiano.net

Condividi