Fonte Nuova / Il punto sulla consiliatura con Alessandro Buffa (M5S)

In Politica, Roma Est da Alessandra PaparelliLascia un commento

Condividi

Abbiamo incontrato l’ex candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle scorse elezioni amministrative di giugno 2017 nonché consigliere comunale Alessandro Buffa, un’intervista a 360° gradi sull’attività consiliare fin qui svolta.

Il consigliere pone subito l’attenzione sulle variazioni di bilancio ed in particolare sui debiti fuori bilancio che per “mala gestione”, secondo il suo pensiero, provocano “uscite” al Comune che potrebbero essere evitate. Dice il consigliere Buffa “Non è possibile dichiarare in continuazione che non ci siano soldi nelle casse comunali e poi si trovano invece € 40.000 per pagare sentenze risarcitorie, per questo motivo abbiamo chiesto una commissione d’inchiesta interna per capire di chi siano le responsabilità ed abbiamo presentato una interpellanza in Consiglio, come consigliere sento infatti tutta la responsabilità del mio voto in aula nel rispetto del mandato che i cittadini mi hanno dato”.

Altri argomenti sono a cuore del Consigliere Pentastellato: i parchi ed il verde pubblico, rivendicando “tutte le battaglie fatte dal Movimento Fonte Nuova in passato riguardo l’ambiente”,  ricordando anche “la giornata di maggio scorso, Eco Fonte Nuova a Macchia Mancini e in questa ottica abbiamo aderito alla giornata della pulizia del parco a Santa Lucia di fine luglio ed ecco perché saremo la spina nel fianco di questa Amministrazione finché questo non venga definitivamente messo in sicurezza”.

“Ben vengano iniziative trasversali per il bene comune”: bene le iniziative di volontariato tra semplici cittadini, consiglieri di maggioranza e di opposizione, attivisti di tutti i partiti e movimenti.

“Il parco di Via 2 Giugno  – continua il consigliere Buffa –  è in completo abbandono e non è accettabile continuare ad attendere l’approvazione del piano integrato della riqualificazione dell’area per aggiustare due altalene e mettere in sicurezza l’area: porteremo a questo proposito in Consiglio Comunale una mozione che permetterà ed incentiverà il volontariato da parte di tutti i cittadini che vorranno impegnarsi per il proprio territorio”.

Buffa lamenta poi  “il ritardo notevole per le convocazione delle commissioni che non permette ai consiglieri di incidere sulla politica del territorio in maniera sana e costruttiva” e pone inoltre l’attenzione “sul fatto che il Sindaco e la giunta non tengano conto dell’attività consiliare continuando ad escluderla totalmente dalla vita politica: le commissioni dovrebbero essere il vero motore del Comune, è proprio nelle commissioni che i Consiglieri sia di maggioranza che di opposizione dovrebbero confrontarsi e produrre linee politiche che poi gli Assessori trasformeranno in atti, questa dovrebbe essere la vera polis”.

 

 

 

 

Condividi