Guidonia / Caos Cave, il M5S Lazio contro il PD

In Roma Est da Yari RiccardiLascia un commento

Condividi

Mentre i pentastellati di Guidonia non riescono a trovare soluzioni per venire a capo del caos intorno al settore estrattivo cittadino, il caso delle cave diventa oggetto di una polemica in consiglio regionale, con i consiglieri grillini che difendono quelli guidoniani, prendendosela con il PD.

“Vorremmo ricordare alla consigliera Mattia che la tutela del lavoro deve essere coniugata non solo con quella dell’ambiente e della salute ma, forse contrariamente alle abitudini del Pd e della vecchia politica, anche con la legalità”: questo l’attacco dei consiglieri regionali del M5S.

“Vogliamo dare una notizia ai colleghi del Pd e degli altri partiti: c’è una legge regionale che disciplina il settore e che, prima o poi, andrebbe applicata. E la Regione dovrebbe essere la prima a far rispettare le norme vigenti”. Il Movimento rivendica i propri meriti. “A tale proposito il M5S è attivo a tutti i livelli: proprio con la Regione è in corso un tavolo tecnico che l’Amministrazione Comunale sta cercando di velocizzare, per definire un Accordo di programma che garantisca un futuro per tutto il settore, anche in base a quanto disposto dalla legge regionale, oltre che un dialogo con il Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico. Lo riferiscano i colleghi del Pd al presidente Zingaretti se mai questi dovessi rifarsi vivo tra uno spot e l’altro per scalata al partito”. Vale la pena ricordare che a tavolo regionale avviato il Comune di Guidonia ha dato avvio all’iter per la revoca delle concessioni a due aziende del comparto estrattivo del territorio.

Condividi