Guidonia / Alberi, buche e scuole: il Polo Civico contro l’amministrazione

In Roma Est da Yari RiccardiLascia un commento

Condividi

Alberi che cadono, parchi chiusi e buche aperte. A margine dell’incidente avvenuto in Via Leonardo da Vinci, nel centro di Guidonia, dove nel pomeriggio di giovedì 30 agosto un ramo si è spezzato da un albero per andarsi a schiantare su una macchina parcheggiata.

“Apprendiamo con favore le parole dell’Assessore Guida in merito alla caduta dell’albero di giovedì. Vuol dire che almeno su un fronte qualcosa si sta facendo, anche se i risultati non sembrano essere quelli sperati. Come dimostrano anche i rami spezzati e l’albero caduto nel parco del Bollente a Villalba”: così il Polo Civico commenta quanto avvenuto soltanto ieri.

L’attacco all’amministrazione è a 360 gradi. Si parte dall’accusa di immobilismo. “Già lo scorso inverno è saltata la manutenzione, penalizzando i bambini per tutta la primavera e buona parte dell’estate. Anziché intervenire si continuano a chiudere aree verdi e giochi. A Villanova si è transennato una giostra, aspettiamo di vedere gli operai al lavoro. A Villalba, al parco di Nella, si sono create delle voragini, che hanno portato l’Amministrazione a sospendere le manifestazioni ed i concerti. Aspettiamo di capire cosa stanno facendo. Al Bollente, sempre a Villalba, l’area sta sprofondando, sono sorti problemi di accatastamento, l’erba cresce ed i rami crollano. Vorremmo tanto capire se si sono già attivati per risolvere questi problemi”.

Resta il problema delle strade, ancora più impellente con l’avvicinarsi dell’inverno. “Questa sarà un’altra Cronaca di un’emergenza annunciata. Se già oggi le vie sono piene di buche, con l’arrivo dei mesi più freddi a cosa andremo incontro?”.

Dietro l’angolo c’è però un’altra scadenza, quella dell’apertura delle scuole. “Speriamo solo che durante questi mesi estivi si sia provveduto ad effettuare l’adeguata manutenzione nei plessi scolastici, provvedendo ad installare allarmi o altri sistemi antintrusione per evitare i furti ed i raid vandalici”. Tra non molto tempo lo scopriremo.

Condividi