Tivoli / Along Came Jazz, grande musica alle Terme di Roma: il programma

In Terza pagina da Roma Est MagazineLascia un commento

Condividi

Cinque giorni di grande musica. Arriva la 18esima edizione della rassegna musicale Along Came Jazz. L’iniziativa si apre il 25 luglio e andrà avanti fino al 29: sul palco jazzisti di fama internazionale per una manifestazione ideata e progettata dall’Associazione Culturale “Costa della Forma”, con il patrocinio del Comune di Tivoli, e ospitata completamente dalle Acque Albule Terme di Roma, che per il terzo anno consecutivo producono la kermesse: il tema è quello dell’acqua, elemento essenziale per la risorsa termale, ma anche, visto il glorioso passato, per tutto il territorio tiburtino.

“Abbiamo fortemente voluto tornare a produrre questo evento che porta un grande valore aggiunto sia alla comunità tiburtina sia ai turisti in visita a Tivoli, in termini culturali ma anche emozionali – dichiara Giovanni Mantovani, Presidente delle Acque Albule S.p.A. – anche per questo, per agevolare una maggiore fruizione, l’ingresso sarà gratuito per tutti gli appuntamenti”.

Si inizia il 25 luglio alle 21.30 con la voce di Flo, che porta alle Terme di Roma i suoi successi e il suo ultimo album, ‘La Mentirosa’, per continuare giovedì 26 luglio, con le sonorità anarchiche dei Roots Magic che scavano nel blues terragno e diabolico della Louisiana e in quello acidulo delle metropoli, entrambi drogati di sciamanica informalità. Dopo un giorno di stop sabato 28 salirà sul palco Steve Coleman and Five Elements e il suo free-funk sulfureo apprezzato a livello internazionale. La manifestazione si chiuderà domenica 29 luglio con l’esibizione di Bill Frisell che, con il gruppo When You Wish Upon A Star smonta e rimonta note soundtrack tipo “Il padrino”, “Psycho”, “Bonanza”, “Il buio oltre la siepe” con la sua chitarra ora incorporea, ora abrasiva.

“Crediamo in questa manifestazione, sia da amanti del jazz e fruitori della musica, che da abitanti di un territorio che ha bisogno di avere anche questo tipo di eventi di grande qualità per elevare ancora di più il suo potenziale turistico”, spiega Stefano Terranova, Direttore Generale delle Acque Albule – Terme di Roma.

Jazz e acqua, una equivalenza che “suona bene. Lo sciacquío randomico di quel liquido vitale evoca l’ondulatoria, trainante imprevedibilità dei tamburi afroamericani – spiega Enzo Pavoni, Direttore Artistico di Along Came Jazz – continuiamo a puntare sul multilinguismo e sulle contaminazioni, non ce ne vogliano i puristi del jazz”.

Condividi