Video source missing

Simbruini / Festa all’Area Faunistica: c’è un cucciolo di capriolo!

In Video da Yari RiccardiLascia un commento

Condividi

Era nascosto sotto la vegetazione da qualche mese. E qualche giorno fa eccolo seguire la mamma dentro il recinto di Colle Druni. E’ festa all’Area Faunistica del Capriolo di Trevi nel Lazio, una delle tante meraviglie del Parco dei Monti Simbruini: un cucciolo ha fatto finalmente bella mostra di sé pochi giorni fa.
“I caprioli appena nati non seguono la madre durante i primi giorni di vita, ma rimangono nascosti nell’erba, aspettando che la madre ritorni ad allattarli. Durante questo periodo i cuccioli non vanno assolutamente disturbati né toccati. Sentendo l’odore dell’uomo le madri infatti non accetteranno più i piccoli”, scrive il Parco in una nota.

Il capriolo è il più piccolo cervide italiano. Ha un aspetto inconfondibile con muso scuro e una macchia bianca sul posteriore. D’inverno ha una colorazione grigiastra, d’estate fulvo rossiccia. Solo i maschi presentano due palchi di tessuto osseo che cadono ogni anno, da ottobre a dicembre, e ricrescono alla fine dell’inverno. Elusivo e generalmente solitario salvo che nel periodo degli amori. Si accoppia in estate e ha una gestazione che dura 10-11 mesi. Ha un fisico particolarmente adatto alla corsa e al salto, e quando percepisce un pericolo con grandi balzi riesce a superare ostacoli di oltre 2 metri, arrivando a saltare fino a 7/8 metri in lunghezza. Può raggiungere un’età di 18 anni.
L’area faunistica è monitorata costantemente dal personale del Servizio Naturalistico dell’Ente, anche con il foraggiamento degli animali nel periodo invernale.

Condividi