Guidonia / Alberi crollati in pineta, istituita la Commissione Consiliare Speciale di Indagine

In Primo Piano da Roma Est MagazineLascia un commento

Condividi

Il cartello del sequestro giudiziario è ancora lì. E chissà quando sparirà dal cancello della pineta comunale di Guidonia, teatro solo pochi mesi fa del crollo di due alberi, che ha portato al ferimento di due persone.

Nell’attesa delle attività della Procura della Repubblica di Tivoli, il Comune di Guidonia ha istituito la Commissione Consiliare Speciale di Indagine, organo richiesto in Consiglio Comunale. “Obiettivo – scrive l’amministrazione in una nota – è fare chiarezza affinché si possano prevenire ulteriori problemi di sicurezza pubblica”.

L’atto formale di istituzione è arrivato lunedì 11 giugno: nella seduta convocata dal Presidente del Consiglio Comunale Angelo Mortellaro, sono stati eletti all’unanimità la Consigliera Paola De Dominicis (PD) come presidente della commissione, e Alessandro Toro (M5S) come vicepresidente. Gli altri membri effettivi sono Giuliano Santoboni, Laura Alessandrini, Laura Santoni, Antonino Briganti e Claudio Caruso per la maggioranza, e Giovanna Ammaturo (Lega SP), Arianna Cacioni (FdI) e Mauro De Santis (Polo Civico) per la minoranza.

“Sui risvolti giudiziari della vicenda sta lavorando già la magistratura, l’obiettivo della commissione è invece quello di fare chiarezza sulle procedure interne comunali in modo da comprendere quanto accaduto – afferma la neo presidente Paola De Dominicis – e il nostro unico intento è quello di fare il possibile per evitare il verificarsi di ulteriori incidenti”.

Compito della commissione sarà redigere una relazione finale su quanto emergerà dai lavori e avrà una durata prestabilita massima di 60 giorni, nel corso dei quali saranno visionati atti e ascoltati quei funzionari comunali che potranno dare un contributo alla comprensione di quanto accaduto. Le cui prove, i due alberi, sono ancora lì a testimoniare quella che per un soffio non si è trasformata in una terribile tragedia.

 

Condividi