Tivoli / Spinata Rosa, alla scoperta dei giardini di Villa d’Este

In Terza pagina da Roma Est MagazineLascia un commento

Condividi

Quattro giornate dedicate tutte “all’immenso, profumato, colorato e pungente mondo della rosa, mediante percorsi multisensoriali nel giardino di Villa d’Este”. Questo è il centro della manifestazione Spinata Rosa organizzata dall’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este.

Fiori che sono fissati negli affreschi e nei mosaici che decorano le pareti della villa e che conducono anche alle stanze abitate da Franz Listz, con le pareti tappezzate da un ramage di rose. Proprio qui il musicista nel 1877 componeva e scriveva davanti ad una finestra spalancata sul giardino e sulla Campagna Romana: “I vecchi tronchi (di cipressi) mi salutavano … carichi d’immutevole fogliame! Infine eccoli, eccoli coricati sulla carta da musica …”.

La visita prosegue verso le terrazze dove si estendono i giardini. “Il parco, voluto da Ippolito d’Este, progettato da Pirro Ligorio e inaugurato nel 1572, è un complesso giardino di fontane che si esprime attraverso il simbolismo delle statue, lo scorrere dell’acqua e i prodigiosi meccanismi idraulici che producono melodie. La disciplinata geometria del giardino cinquecentesco si apre in angoli romantici dove le essenze fiorite dominano e rivestono stagionalmente e più liberamente il rigore delle siepi sempreverdi. Tra queste, nei mesi di maggio e giugno, gruppi di rose antiche, muscose e centifolia invitano il visitatore a scegliere, con il tatto e con l’olfatto, un diverso percorso di visita sinestetico, dove si fondono acque, rose e musica”, scrive l’Istituto in una nota.

Per l’iniziativa saranno disponibili materiali didattici per il riconoscimento delle essenze, attività di approfondimento, ricerca poetica e gioco (dedicato ai bambini fino agli 11 anni).

Questo il programma completo:

19 maggio – In occasione della Festa dei Musei

ore 10.00 – 11.30: percorsi didattici multisensoriali nel palazzo e nel giardino (max. 25 persone a

percorso), a cura di Laura Baruzzi e Laura Ferracci

ore 16.00: Rosa fresca aulentissima

a cura di Ercole Andrea Petrarca

conferenza e visita guidata (max. 50 persone)

L’ingresso seguirà la normale tariffazione della Villa.

Le attività saranno gratuite; prenotazione obbligatoria (va-ve.didattica@beniculturali.it) entro le ore

12.00 del giorno precedente l’evento

26 maggio

ore 10.00 – 11.30: percorsi didattici multisensoriali nel palazzo e nel giardino (max. 25 persone a

percorso), a cura di Giuseppina Morrone

ore 16.00: Se vuoi bene a una rosa che sta su una stella…

attività per bambini (max. 20 bambini; ogni bambino deve essere accompagnato da un adulto di

riferimento)

L’ingresso seguirà la normale tariffazione della Villa.

Le attività saranno gratuite; prenotazione obbligatoria (va-ve.didattica@beniculturali.it) entro le ore

12.00 del giorno precedente l’evento

28 maggio

ore 10.00: Passe-partout

a cura di Micaela Angle e Lucilla D’Alessandro

giornata dedicata all’accessibilità, in occasione della quale Villa d’Este sarà eccezionalmente aperta di

lunedì mattina per un’esperienza multisensoriale condotta da personale esperto nell’accompagnamento

di persone con disabilità visiva.

Le attività saranno gratuite, prenotazione obbligatoria (max. 20 persone, con precedenza per persone

con disabilità visiva e accompagnatori) (lucilla.dalessandro@beniculturali.it) entro le ore 12:00 del

giorno precedente l’evento

2 giugno

ore 10.00 – 11.30: percorsi didattici multisensoriali nel palazzo e nel giardino (max. 25 persone a

percorso), a cura di Lucia Zampetti

ore 17.30: Celate prospettive. Narrazioni tra arte e architettura

a cura di Davide Bertolini e Fabio Sedia

conferenza itinerante nella villa (max. 25 persone a percorso)

In occasione della giornata Incontriamoci in giardino, organizzata dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia, di cui Villa d’Este fa parte, l’accesso alle iniziative previste nell’ambito della manifestazione Spinata Rosa è gratuito e avverrà eccezionalmente dal cancello di Villa d’Este in via del Colle, 111. Prenotazione obbligatoria (va-ve.didattica@beniculturali.it) entro le ore 12:00 del giorno precedente l’evento.

Condividi