Roma / Munizioni da guerra in casa: arrestato dalla Polizia

In Cronaca & Attualità da Yari RiccardiLascia un commento

Condividi

Si è abbassata al passaggio di una volante della Polizia: era in una macchina ferma in via Sellia, con lo sportello aperto. Gli agenti del Commissariato Casilino si sono subito insospettiti e hanno iniziato un controllo più accurato. La ragazza, piuttosto nervosa, ha riferito di essere in attesa del fidanzato salito a casa dei genitori. I poliziotti lo hanno aspettato, e una volta uscito ha effettivamente riferito di essere stato dai genitori.

Il suo atteggiamento però, nervoso ed insofferente al controllo di polizia, non ha convinto gli agenti che hanno deciso di perquisire l’ l’autovettura. All’interno di questa, nel portaoggetti, è stato rinvenuto un coltello a serramanico di cui non ha saputo giustificarne il possesso.

Le chiavi in possesso dello straniero e le domande incalzanti dei poliziotti,  hanno portato l’uomo, identificato per D.C. romeno di 31 anni ad ammettere di aver mentito e di abitare in un condominio lì vicino e di non essere passato dai genitori.

La successiva perquisizione a casa dell’uomo, ha consentito di rinvenire una scatola contenente 4 munizioni da guerra calibro 9×19 mm parabellum e 12 munizioni per arma comune calibro 9×21 mm. tutte integre con ogiva camiciata in rame, trovate in un cassetto del mobile porta PC, in camera da letto.

Condotto in commissariato per lo straniero sono scattate le manette. Dovrà rispondere di detenzione illegale di munizioni da guerra nonché di ricettazione. E’ stato denunciato inoltre per il possesso del coltello e per le 12 munizioni.

Condividi