Monterotondo / Una svastica sulla serranda della Casa del Popolo

In Roma Est da Yari RiccardiLascia un commento

Condividi

Una svastica sulla serranda della Casa del Popolo di Monterotondo. Arriva direttamente dai responsabili della struttura intitolata a Nicola Lolli la segnalazione di quanto accaduto nella notte tra venerdì 20 aprile – probabilmente non una data casuale – e sabato 21.

Ignoti hanno lasciato una svastica sulla serranda e hanno danneggiato l’insegna della Casa del Popolo, aula studio per molti ragazzi de un atto che i responsabili collegano all’imminente 25 Aprile ma non solo.

“Prima avevamo collegato il tutto all’imminente Festa della Liberazione. L’atto vandalico – spiega Massimo Pedretti – è però avvenuto nella sera del 20 aprile, giorno della nascita di Hitler”. Scritte inneggianti al nazismo e al Fuhrer sono apparsi anche in altri luoghi di Monterotondo, non in luoghi sensibili a livello politico.

“Di fatto è stata un’azione fine a sè stessa, che non ci preoccupa ma che ci infastidisce: il nostro è uno spazio autogestito e auto finanziato, e subire un atto così rischia di rallentare le nostre attività e di provocare una frattura con i nostri utenti: penso a quei genitori che lasciano i figli nei nostri spazi tre volte a settimana, non saranno certamente contenti neanche loro”.

Un atto che la Casa del Popolo non ha difficoltà a definire “fascista. Abbiamo aperto 8 mesi fa, non abbiamo mai avuto problemi”.

 

Condividi