Sant’Angelo Romano/Guida in stato di ebbrezza, provoca un incidente, scappa via e tenta di entrare nell’auto di un passante: 33enne arrestato dai Carabinieri

In Cronaca & Attualità, In Evidenza da Yari Riccardi

Condividi

Violenza privata, guida in stato di ebbrezza, fuga dopo aver provocato un incidente con danni alle persone ed omissione di soccorso. Con queste accuse i Carabinieri della Tenenza di Guidonia Montecelio – coordinati dalla Procura della Repubblica di Tivoli – hanno arrestato un 33enne romano. L’uomo si trovava alla guida della propria auto in via Palombarese, all’interno del territorio del Comune di Sant’Angelo Romano, quando ha violentemente urtato un’altra auto facendola finire fuori strada. Come se nulla fosse, il 33enne ha abbandonato la sua macchina e ed è scappato dal luogo dell’incidente, senza prestare soccorso alle persone coinvolte. Non finisce qui: l’uomo ha tentato di entrare con la forza nell’abitacolo di un altro automobilista in transito, per costringerlo a farsi accompagnare a casa della fidanzata. Il malcapitato ha respinto l’esagitato e a dare l’allarme al 112: il pronto intervento dei Carabinieri della Tenenza di Guidonia ha bloccato il 33enne, che, in evidente stato confusionale, stava camminando lungo la strada. Gli esami di rito hanno evidenziato un tasso alcol emico pari a 2,30 g/l: le vittime del tamponamento, trasportate all’ospedale di Tivoli, sono state dimesse con 5 giorni di prognosi mentre il “pirata” è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Condividi