Meteo United States of America, Ashburn United States of America, Ashburn +8°C

Roma Est Magazine

News

Marcellina/Il Comune apre alle “adozioni” per le aree verdi: ecco il regolamento

Marcellina/Il Comune apre alle “adozioni” per le aree verdi: ecco il regolamento
19 marzo
20:30 2017

A le aree verdi si adottano. È stato pubblicato sul sito istituzionale il regolamento per l’ adozione, riconversione e manutenzione delle aree verdi di arredo urbano appartenenti al patrimonio comunale, che apre appunto alle “richieste di adozione” da parte di cittadini costituiti in forma singola ed associata (associazioni, anche non riconosciute, circoli, comitati), organizzazioni di volontariato, istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, parrocchie, enti religiosi, soggetti giuridici ed operatori commerciali (tutti hanno l’obbligo di nominare un proprio referente). Le zone coinvolte sono Piazza Baden Powell, Piazza dei Martiri, Via dei Martiri, il giardino del centro anziani, l’incrocio tra Via Gramsci e Via Roma, il giardino della S.S. Maria delle Grazie, lo spazio verde antistante l’ex CIDI, l’incrocio tra via Europa e via della Stazione, i relitti stradali lungo via Roma, l’area limitrofa al parcheggio di via dei Martiri, il verde confinante il fosso del Grognale e quello nei pressi del fosso del Carraccio. Obiettivi dell’amministrazione comunale – il regolamento è firmato dal sindaco Alessandro Lundini e dal delegato ai Lavori Pubblici Marco Bottani – sono quello di “coinvolgere la cittadinanza nella gestione attiva di beni comuni e nella loro valorizzazione, sensibilizzare i cittadini, gruppi di cittadini, le imprese, i vari circoli, le associazioni, le scuole, sulla tutela e salvaguardia del territorio comunale attraverso processi di partecipazione e autogestione del patrimonio comunale, stimolare e accrescere il senso di appartenenza, generare automaticamente elementi di costante attenzione al degrado urbano, creare percorsi di cittadinanza attiva come occasioni d’aggregazione sociale che favoriscono i rapporti interpersonali e la conoscenza dell’ambiente urbano, recuperare spazi verdi pubblici, con finalità sociale, estetico-paesaggistica e ambientale, migliorandone l’efficienza e avvalorando il concetto di bene comune, incentivare la collaborazione dei cittadini per la realizzazione, la manutenzione, la gestione e la cura degli spazi pubblici, nei modi previsti negli articoli seguenti”. Il regolamento mette dunque “a norma” l’adozione di aree destinate a verde pubblico, con lo scopo di “mantenere e conservare aree pubbliche già sistemate a verde dal Comune e/o riconvertire a verde nuove aree con relativa manutenzione”. Vietate attività a scopo di lucro, con l’amministrazione che si riserva la possibilità di mantenere nella propria disponibilità, porzioni delle aree idonee alla localizzazione dei chioschi, cosi come individuate con delibera di G.C. n° 32 del 20/04/2010. Tra le parti sarà stipulata apposita convenzione. Le tipologie di interventi sulle aree verdi adottate si distinguono tra quelli di manutenzione ordinaria e cura dell’area assegnata, con particolare attenzione alla buona sistemazione, all’ordine e alla pulizia senza alterarne il perimetro e la fisionomia e quelli di riconversione e manutenzione, cioè una nuova progettazione dell’area con la collocazione di fiori e siepi ed inserimento di nuovi arredi urbani, il tutto nel rispetto della normativa vigente e con le modalità stabilite di concerto con il competente Ufficio del Comune. Le domande dovranno arrivare in Comune entro il 30 maggio. L’avviso pubblico con i relativi moduli sono disponibili al link http://www.comune.marcellina.rm.it/c058056/po/mostra_news.php?id=540&area=H.

Commenti