Marcellina / Depuratore a Casal Faccenna, arriva la diffida del Comune

In Roma Est da Yari RiccardiLascia un commento

Condividi

Un depuratore che non accenna ad entrare in funzione, quello in località Casal Faccenna. E il Comune di Marcellina passa alle vie di fatto. E’ arrivata una diffida a firma del sindaco Alessandro Lundini sulle scrivanie della Città Metropolitana, di Acea Ato2 e della Prefettura di Roma. Provvedimento che arriva dopo i confronti degli scorsi mesi tra l’amministrazione comunale e l’Acea per la definitiva chiusura dei lavori e successivamente con i competenti uffici della Città Metropolitana di Roma Capitale per il rilascio dell’autorizzazione: il depuratore è fondamentale per la vita del paese, visto che la realizzazione permetterò gli allacci in fogna e idrici agli abitanti della cittadina.

I lavori per il depuratore, così si legge nella diffida, sono terminati lo scorso novembre. Da quel momento il silenzio, e nessuna risposta è arrivata alla richiesta di chiarimenti da parte del sindaco Lundini. L’attesa è tutta per una autorizzazione. E per questo il Comune di Marcellina ha scelto la via della diffida nei confronti dell’ex Provincia, atto dovuto verso i tanti cittadini che attendono la realizzazione dell’opera. E verso un intero paese, stanco di aspettare le lungaggini della burocrazia.

Condividi